Home > Archivio CASI di CASA

Archivio CASI di CASA

Uno spazio dedicato ai quesiti più rilevanti in tema di fiscalità immobiliare.

Il Dott. Massimo Pipino risponderà, con dovizia di riferimenti, ad una domanda sulle ristrutturazioni edilizie, sul risparmio energetico, IMU, TASI e, molti altri interrogativi, che interessano tutti i proprietari di immobili.




Luglio 2017

Giugno 2017

  • È necessario trasmettere la documentazione all’Enea per la sostituzione della vecchia caldaia con una a condensazione? (26/06/2017)
    Domanda Volendo sostituire la vecchia caldaia con una a condensazione bisogna ancora trasmettere la documentazione all’Enea per usufruire dell’agevolazione IRPEF del 65%? Inoltre, essendo invalida oncologica, secondo l’art. 21 legge 104, l’IVA è sempre al 10%, oppure, nel mio caso, al 4%?
  • Sostituzione degli infissi fra il 2016 e il 2017: quale detrazione? (19/06/2017)
    Domanda Sto sostituendo gli infissi nel mio appartamento usufruendo della detrazione ai fini IRPEF del 65%. A questo proposito ho versato un acconto a fine del 2016 con bonifico ad hoc. La sostituzione, iniziata nel 2016, verrà completate entro il 2017. Naturalmente la documentazione necessaria per invio all'Enea avverrà a fine lavori. Ma a questo punto sull'acconto versato nel 2016 che detrazione avrò se l'invio all'Enea sarà nel 2017?
  • Necessario pagare Imu e Tasi per un immobile in cui si risiede con la nuda proprietà? (12/06/2017)
    Domanda Risiedo con i miei genitori in un immobile di cui sono nuda proprietaria e i miei genitori usufruttuari. Al decesso della mamma sono diventata per successione proprietaria a pieno titolo della sua quota. Posso considerare l’immobile come abitazione principale per la mia parte dalla data del decesso ed essere esente dall’IMU e dalla TASI?
  • Affitto a canone concordato: quali adempimenti sono necessari? (05/06/2017)
    Domanda Ho dato in affitto nel corso del mese di gennaio un appartamento a canone concordato nella città di Roma. Il contratto è stato regolarmente registrato. Sono necessari ulteriori adempimenti (comunicazioni al Comune)?

Maggio 2017

Aprile 2017

  • Acquisto e installazione di termovalvole (28/04/2017)
    Domanda L’acquisto e l’installazione delle termovalvole godono del 50% di detrazione ma risultano come intervento condominiale e quindi vanno inseriti nel quadro apposito del Modello 730 barrando la casellina condominio senza quindi inserire i dati catastali dell’immobile?
  • Come indicare in dichiarazione dei redditi i due box posseduti? (26/04/2017)
    Domanda Un contribuente pone il seguente quesito in materia di IMU e dichiarazione dei redditi: possiedo un’abitazione principale e 2 box pertinenziali. Il secondo box, che ai fini dell’IMU non può essere considerato pertinenza dell’abitazione principale, come deve essere dichiarato nel Modello 730, quadro B, colonna 2? Indicando il codice utilizzo 5 come il primo box? Inoltre, poiché per questo secondo box è stata versata l’IMU, è necessario provvedere alla compilazione della colonna 12 (Casi particolari IMU) con il codice 2?
  • Modifiche alla Guida alle Ristrutturazioni Edilizie (21/04/2017)
    Domanda Sulla "Guida alle Ristrutturazioni edilizie" dell’Agenzia delle Entrate (aggiornamento marzo 2016) viene specificato che hanno titolo ad usufruire delle detrazione per gli interventi di recupero edilizio anche i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione e superficie, locatari o comodatari, ecc..) sempre che abbiano sostenuto le relative spese. Sono intervenute modifiche?
  • Lavori di manutenzione straordinaria sulle facciate di un condominio (19/04/2017)
    Domanda Si ponga il caso di un condominio in cui, negli anni compresi tra il 2012 ed il 2016, sono stati effettuati alcuni lavori di manutenzione straordinaria sulle facciate. In ognuno dei citati esercizi l’amministratore ha rilasciato una dichiarazione, ai fini della detrazione fiscale prevista dall’articolo 16-bis TUIR, per importi inferiori a quanto era stato effettivamente versato da ognuno dei condomini. Come ci si deve comportare? È possibile ottenere una dichiarazione utilizzabile a titolo di conguaglio?
  • Come inserire le fatture per l’acquisto di infissi nel 730? (14/04/2017)
    Domanda Per l’acquisto di infissi sono state pagate due fatture di cui una saldata nel corso del 2016 e una nel corso 2017. Facendo riferimento alla detrazione del 65%, nell’ambito del Modello 730 è possibile inserire solo la prima delle due fatture anche le stesse sono state tutte emesse nel corso 2016?
  • Sostituzione della caldaia: si può godere del bonus mobili? (12/04/2017)
    Domanda Nel caso in cui durante l’anno 2017 si provveda alla sostituzione della caldaia a gas con un apparecchio nuovo a condensazione richiedendo la detrazione del 50% prevista dall’articolo 16-bis TUIR, è possibile usufruire anche della detrazione IRPEF sui mobili?
  • Per locare un appartamento a uso ufficio è necessario modificare la categoria catastale? (10/04/2017)
    Domanda Volendo locare un appartamento ad uso ufficio è necessario modificarne la categoria catastale passandola ad A/10?
  • Come determinare i mesi di possesso ai fini IMU e TASI in caso di decesso? (07/04/2017)
    Domanda Qual è la data a cui è necessario fare riferimento per determinare i mesi di possesso ai fini IMU e TASI nel caso in cui l’usufruttuario sia deceduto? Si devono fare i calcoli dalla data di decesso oppure dalla data, avvenuta un mese dopo, di ricongiunzione dell’usufrutto?
  • È possibile godere del bonus mobili in seguito alla sostituzione dei portoni di ingresso del condominio? (05/04/2017)
    Domanda Nel 2016 èstata eseguita la sostituzione dei portoncini di ingresso del condominio (parti comuni). Sarebbe possibile accedere al bonus fiscale per l’acquisto mobili e grandi elettrodomestici nel corso del 2017?
  • Chi deve pagare le spese per la registrazione del contratto d’affitto? (03/04/2017)
    Domanda Volendo affittare una unità immobiliare accatastata C/1 a chi spetta il pagamento delle spese relative al contratto d’affitto quali la registrazione del contratto, l’imposta di bollo e i successivi rinnovi annuali?

Marzo 2017

  • Sostituzione caldaia e bonus mobili: è possibile? (31/03/2017)
    Domanda Nel caso in cui durante l’anno 2017 si sostituisca la caldaia a gas con una nuova a condensazione richiedendo la detrazione del 50% prevista dall’articolo 16-bis TUIR, è possibile usufruire anche della detrazione IRPEF sui mobili?
  • Casa affittata con la cedolare secca: quando devono essere versati acconto e saldo? (29/03/2017)
    Domanda Nel mese di gennaio 2017 ho affittato la mia seconda casa con contratto di locazione ed ho optato per l’applicazione della cedolare secca. Quando dovrà essere pagato l’acconto e poi il saldo, nel 2017 o nel 2018?
  • Quale aliquota per i contratti di locazione brevi? (27/03/2017)
    Domanda Facendo riferimento ai contratti di locazione brevi, la cui durata va da 30 giorni a diciotto mesi, nel caso in cui si volesse optare per la cedolare secca, a quale aliquota di imposta sono soggetti i canoni e quali sono le altre incombenze previsti per il locatore?
  • Possibile detrarre spese sostenute in virtù di un diritto di servitù? (24/03/2017)
    Domanda Si ponga il caso della proprietà di un fondo intercluso l’accesso al quale attraversa il viale interno condominiale. Il proprietario del fondo, nell’anno 2016, ha pagato una quota di spesa per l’asfaltatura del citato vialetto. Il predetto proprietario ha la facoltà di detrarre il 50% della spesa che ha sostenuto in virtù del diritto di servitù di cui gode?
  • Come deve essere indicato in dichiarazione dei redditi un immobile sfitto accatastato in D/2? (22/03/2017)
    Domanda Un contribuente è proprietario di un immobile accatastato in categoria D2 che, nel corso del 2016, non ha prodotto alcun reddito in quanto sfitto. Nella prossima dichiarazione dei redditi in che modo deve essere indicato l’immobile? Si avrà diritto a detrazioni proporzionali alle spese sostenute?
  • È obbligatorio far eseguire la certificazione Ape per vendere o affittare un locale accatastato in C/2? (20/03/2017)
    Domanda Dovendo vendere o affittare un locale accatastato C/2 con due serrande senza riscaldamento, è obbligatorio far eseguire la certificazione Ape?
  • Bonus mobili: è valido per i lavori iniziati nel 2016 o nel 2017? (17/03/2017)
    Domanda Il bonus mobili 2017 è legato a lavori di ristrutturazione iniziati nel 2016 o a lavori iniziati nel 2017?
  • È prevista l’agevolazione per i box porta attrezzi da giardino? (15/03/2017)
    Domanda I box in legno porta attrezzi da giardino rientrano tra i beni per i quali è prevista l’agevolazione del 50% a seguito di ristrutturazione?
  • È possibile dare in affitto un appartamento con l’impianto elettrico non a norma? (13/03/2017)
    Domanda Un contribuente ha dato in affitto un appartamento di sua proprietà. Successivamente alla sottoscrizione del relativo contratto si è reso conto del fatto che l’impianto elettrico non è a norma in quanto privo di salvavita. Cosa è possibile fare?
  • È necessario versare la tassa di possesso di apparecchi radiotelevisivi per un immobile in C/2? (10/03/2017)
    Domanda Mi è stata addebitata dal fornitore elettrico la tassa di possesso dell’apparecchio radiotelevisivo in riferimento ad una utenza elettrica relativa ad una unità immobiliare classificata C/2. Ho sempre regolarmente pagato il corrispettivo del consumo elettrico ma non il tributo. Ho sbagliato io o il fornitore del servizio elettrico che non ha tenuto conto della classificazione catastale dell’immobile? Come devo comportarmi per il 2017?
  • Chiarimento in merito ai contratti di comodato per i terreni (08/03/2017)
    Domanda Una coppia di contribuenti utilizzatori di appezzamento di terreno con un contratto di comodato, a titolo gratuito e a tempo indeterminato, hanno concesso a una società l’uso della superficie per l’esercizio di un attività commerciale. Dopo il decesso di uno dei due, l’attività è stata acquistata da una ditta intestata a uno dei figli, il quale per effetto della successione, è diventato insieme ai suoi fratelli, anche comodatario pro/quota del terreno. Ciò ha, di fatto, condotto ad un uso esclusivo dell’area da parte del titolare dell’azienda senza che fossero riconosciuti i dovuti privilegi d’uso agli altri eredi. Possono gli altri fratelli effettuare la disdetta del contratto di comodato per l’attività esercitata ed entrare nella disponibilità di usare, anche parzialmente, l’area in questione? Qualora fosse possibile, è necessaria una maggioranza per effettuare la revoca del contratto di comodato?
  • Si può godere dell’agevolazione per ritinteggiare le pareti esterne dell’abitazione? (06/03/2017)
    Domanda Nel corso del 2017 un contribuente avrebbe intenzione di provvedere a ritinteggiare tutte le superfici esterne della sua abitazione. Si chiede pertanto se sussiste la possibilità di usufruire della detrazione del 50% naturalmente modificando materiali e colori? Nella detrazione sono comprese anche le spese per il ponteggio?
  • Si può affittare una casa mantenendovi la residenza? (03/03/2017)
    Domanda Avendo la disponibilità di una unità immobiliare ad uso residenziale nella quale ho anche la residenza anagrafica potrei affittarla mantenendovi la mia residenza?
  • Un condominio che dispone di un televisore in una sala comune deve pagare la tassa sul possesso di apparecchi radiotelevisivi nella bolletta elettrica? (01/03/2017)
    Domanda Un contribuente ha proceduto a locare un immobile, dove in precedenza aveva stabilito la propria residenza anagrafica, provvedendo a trasferirla in altra abitazione dove, attualmente non risulta essere intestatario utenze elettriche. Il conduttore dell’appartamento locato ha quindi provveduto a volturare il contratto di fornitura dell’energia elettrica. Cosa avverrà in relazione alla tassa di possesso degli apparecchi radiotelevisivi, essendo questa legata all’utenza elettrica?

Febbraio 2017

  • Chiarimenti in merito alla tassa di possesso degli apparecchi radiotelevisivi (27/02/2017)
    Domanda Un contribuente ha proceduto a locare un immobile, dove in precedenza aveva stabilito la propria residenza anagrafica, provvedendo a trasferirla in altra abitazione dove, attualmente non risulta essere intestatario utenze elettriche. Il conduttore dell’appartamento locato ha quindi provveduto a volturare il contratto di fornitura dell’energia elettrica. Cosa avverrà in relazione alla tassa di possesso degli apparecchi radiotelevisivi, essendo questa legata all’utenza elettrica?
  • Immobile in comproprietà concesso in comodato: quali sgravi sull’IMU? (24/02/2017)
    Domanda Sono proprietario del 50% di una unità immobiliare a carattere residenziale, il comproprietario è mia moglie. L’immobile è stato concesso in comodato a nostra figlia e mia moglie affitta a canone concordato una stanza a studenti. Per quanto riguarda l’IMU mia moglie beneficia dello sgravio del 25% sull’ammontare del tributo di sua competenza in quanto possiede altro immobile. Posso optare per la riduzione del 50% del tributo visto che posseggo solo un’altra unità immobiliare dove convivo con mia moglie ubicata nello stesso Comune ove abita mia figlia? Come devo comportarmi e quali obblighi di comunicazione ho?
  • Valvole termostatiche: come godere dell’agevolazione prevista? (22/02/2017)
    Domanda Dovendo portare in detrazione con la dichiarazione dei redditi di quest’anno la spesa che si è dovuta sostenere per l’acquisto delle valvole termostatiche da applicare ai caloriferi di casa, cosa accade se l’amministratore del condominio non compila il quadro K del Modello 730/2017? Si può perdere il diritto ad usufruire del beneficio?
  • Il condominio può vietare l’installazione di una canna fumaria? (20/02/2017)
    Domanda Nel condominio in abito un condomino, che esercita un’attività di natura commerciale, intende porre in opera per utilizzi propri una canna fumaria. Da parte sua l’Amministratore del condominio, opportunamente consultato in merito, sostiene che le norme attualmente in essere, di fatto, non pongono alcun divieto all’installazione e che quindi non ha la materiale possibilità di contrastare le intenzioni dell’esercizio commerciale in parola. I condomini si vorrebbero opporre in quanto ritengono che, oltre ad essere antiestetica, la canna fumaria dovrebbe essere installata sul muro perimetrale del palazzo e pertanto, secondo loro, occorrerebbe un’autorizzazione in materia da parte del condominio che, nel suo complesso, è comunque decisamente contrario. Il condominio dispone di strumenti in base ai quali vietare l’installazione della canna fumaria in oggetto?
  • Quale detrazione per lavori a cavallo fra il 2016 e il 2017? (17/02/2017)
    Domanda Un contribuente si trova nella condizione di dover cambiare tutti gli infissi nel suo appartamento contando sulla possibilità di usufruire della detrazione IRPEF del 65%. Ha dovuto versare un acconto entro la fine del 2016 effettuando un pagamento con bonifico ad hoc mentre la sostituzione completa ed il relativo saldo avverrà nel corso del 2017. La documentazione relativa verrà inviata all’Enea a fine lavori. Ma a questo punto sull’acconto versato nel 2016 che detrazione si avrà se l’invio all’Enea sarà nel 2017?
  • Come considerare ai fini reddituali una cantina a disposizione della proprietà? (15/02/2017)
    Domanda Si ponga il caso di una cantina (classificazione catastale C/2) a disposizione della proprietà, non più pertinenza di un immobile abitativo. L’immobile è sito nell’ambito del territorio di un Comune dove il proprietario non risiede e dove non possiede immobili abitativi. La cantina è cespite IMU. Come deve essere trattata ai fini reddituali? Nell’ambito del Modello 730 deve essere indicata con codice di utilizzo 2 o con codice 9?
  • Quale detrazione per lavori a cavallo fra il 2016 e il 2017? (10/02/2017)
    Domanda Un contribuente si trova nella condizione di dover cambiare tutti gli infissi nel suo appartamento contando sulla possibilità di usufruire della detrazione IRPEF del 65%. Ha dovuto versare un acconto entro la fine del 2016 effettuando un pagamento con bonifico ad hoc mentre la sostituzione completa ed il relativo saldo avverrà nel corso del 2017. La documentazione relativa verrà inviata all’Enea a fine lavori. Ma a questo punto sull’acconto versato nel 2016 che detrazione si avrà se l’invio all’Enea sarà nel 2017?
  • Come considerare ai fini reddituali una cantina a disposizione della proprietà? (08/02/2017)
    Domanda Si ponga il caso di una cantina (classificazione catastale C/2) a disposizione della proprietà, non più pertinenza di un immobile abitativo. L’immobile è sito nell’ambito del territorio di un Comune dove il proprietario non risiede e dove non possiede immobili abitativi. La cantina è cespite IMU. Come deve essere trattata ai fini reddituali? Nell’ambito del Modello 730 deve essere indicata con codice di utilizzo 2 o con codice 9?
  • Si può godere dell’agevolazione per l’acquisto di un garage pertinenziale? (03/02/2017)
    Domanda Si ponga il caso dell’acquisto di una unità immobiliare ad uso garage, già costruito e distante circa 600 metri dall’abitazione principale del contribuente, che intenderebbe renderla pertinenziale alla sua residenza. Nel caso di specie si ha diritto alla detrazione fiscale prevista dall’articolo 16-bis TUIR? E in quale percentuale?

Gennaio 2017

  • Acquisto di una porzione di fabbricato: è possibile acquistare anche le restati quote con l’agevolazione? (25/01/2017)
    Domanda Nel caso in cui si possieda una quota di fabbricato adibito a prima casa per la quale si è usufruito delle agevolazioni di acquisto è possibile acquistare la restante quota usufruendo delle agevolazioni "prima casa"?
  • A chi spettano le spese relative al contratto di locazione di un locale accatastato come C/1? (23/01/2017)
    Domanda Nel caso in cui si affitti un locale accatastato come C/1 a chi spetta il pagamento delle spese relative al contratto di locazione quali la sua registrazione, l’imposta di bollo ed i successivi rinnovi annuali
  • Come comportarsi se si è compilato male il bonifico per il pagamento di interventi per godere della detrazione? (18/01/2017)
    Domanda Nel caso in cui sia stato compilato in modo erroneo (omissione dell’IVA) il bonifico bancario per il pagamento di una serie di interventi di manutenzione straordinaria quale comportamento è necessario tenere? Effettuare un bonifico integrativo con tutti i riferimenti al primo bonifico errato? Ripetere il bonifico indicando l’ammontare corretto e recuperare dal beneficiario l’ammontare del bonifico precedente. Sarà comunque possibile godere della detrazione?
  • Acquisto in asta giudiziaria di un immobile locato: come procedere? (16/01/2017)
    Domanda Nucleo famigliare costituito da padre, due figlie (sposate, autonome e con prole) ed un figlio convivente con il padre. Disponendo di un immobile di sovrabbondante metratura si intenderebbe suddividerlo in due distinte porzioni in una delle quali il figlio andrebbe a vivere. Il padre vorrebbe che la casa restasse al figlio. Delle figlie sposate una rinuncerebbe all’eredità mentre all’altra (consenziente) verrebbe corrisposto un compenso/indennizzo in denaro pari ad un terzo del valore dell’immobile. Qual è la procedura corretta affinché un domani il tutto non venga impugnato magari da qualche nipote?
  • Successione di un immobile: come procedere correttamente? (11/01/2017)
    Domanda Nucleo famigliare costituito da padre, due figlie (sposate, autonome e con prole) ed un figlio convivente con il padre. Disponendo di un immobile di sovrabbondante metratura si intenderebbe suddividerlo in due distinte porzioni in una delle quali il figlio andrebbe a vivere. Il padre vorrebbe che la casa restasse al figlio. Delle figlie sposate una rinuncerebbe all’eredità mentre all’altra (consenziente) verrebbe corrisposto un compenso/indennizzo in denaro pari ad un terzo del valore dell’immobile. Qual è la procedura corretta affinché un domani il tutto non venga impugnato magari da qualche nipote?
  • Chiarimenti in merito ai bonifici per le agevolazioni fiscali per interventi di recupero (09/01/2017)
    Domanda Ho effettuato un bonifico on line a titolo di acconto per un intervento consistente nella fornitura e posa di serramenti in sostituzione di quelli preesistenti. Nei dati relativi beneficiario ho provveduto, come richiesto dalle norme in materia di agevolazioni fiscali per gli interventi di recupero di immobili preesistenti, ad inserire la ragione sociale, partita IVA, codice Iban del beneficiario ma ho omesso di menzionarne la località di residenza. Dovrò ripetere il bonifico o si tratta di una omissione non determinante ai fini della fruizione dell’agevolazione?
AGEFIS – Associazione dei Geometri Fiscalisti | Corso Vercelli 332/p 10015 Ivrea TO - Tel. 0125.61.65.74 - Fax 0125.25.20.28 | info@agefis.it | Informativa privacy